L' Ordine social

Seguici suFacebookTwitter

Cerca nel sito

ECM

L'ECMEducazione Continua in Medicina - è un sistema di aggiornamento del professionista sanitario obbligatorio per i dipendenti del S.S.N. e per coloro che collaborano, a vario titolo, con il Servizio Sanitario Nazionale o con strutture private accreditate o convenzionate con esso, l’obbligo di acquisizione dei crediti ECM deriva dagli artt. 16 bis e 16 ter del decreto legislativo 501/92 e s.m.i.

Il sistema ECM si propone di rispondere ai bisogni dei pazienti, alle esigenze organizzative e operative del Servizio sanitario e alle esigenze di sviluppo dei professionisti della sanità con l’acquisizione di nuove conoscenze, abilità e attitudini utili a una pratica competente ed esperta. L’obiettivo è quello di realizzare un sistema in grado di verificare e di promuovere su scala nazionale la qualità della formazione continua, anche attraverso l’opera di osservatori indipendenti e con criteri e modalità condivisi. Dal 1° gennaio 2008, con l’entrata in vigore della Legge 24 dicembre 2007 n. 244, la gestione amministrativa del programma di ECM ed il supporto alla Commissione Nazionale per la Formazione Continua sono stati trasferiti all’Agenas - Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali.

Per il triennio 2014-2016 restano valide le disposizioni come il triennio 2011-2013, in data 19 aprile 2012 la Conferenza Stato Regioni ha sancito l’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sul documento recante “Il nuovo sistema di formazione continua in medicina – Linee guida per i Manuali di accreditamento dei provider, albo nazionale dei provider, crediti formativi triennio 2011-2013, federazioni, ordini, collegi e associazioni professionali, sistema di verifiche, controlli e monitoraggio della qualità, liberi professionisti”.

In tale accordo viene confermato “il debito complessivo dei crediti a 150 per il triennio 2011-2013 (50 crediti annui, minimo di 25 massimo di 75)” prevedendo “la possibilità per tutti i professionisti sanitari di riportare dal triennio precedente (2008-2010) fino a 45 crediti”. Nell’Accordo viene anche previsto che “i liberi professionisti” possano “acquisire i crediti formativi attraverso modalità flessibili per crediti/anno”. Si sottolinea inoltre che, al momento, non è chiara la situazione per chi dovesse risultare inadempiente o in debito dei crediti ECM. Il D.L. 13 agosto 2011, n. 138 (convertito con modificazioni dalla L. 14 settebre 2011, n. 148) specifica che “la violazione dell'obbligo di formazione continua determina un illecito disciplinare e come tale è sanzionata sulla base di quanto stabilito dall'ordinamento professionale che dovrà integrare tale previsione”.

Ricordiamo che è possibile ottenere crediti ECM anche svolgendo attività di tutoring di tirocinio in ambiti riconosciuti dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua (docenti tutor che ospitano colleghi in formazione, tutor valutatori degli operatori che devono sostenere l'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione).


Si informano inoltre gli iscritti che è attiva una banca dati nazionale per l’anagrafica e la gestione dei crediti ECM gestita dal Co.Ge.A.P.S. - Consorzio Gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie, come stabilito dall’Accordo Stato Regioni del 5 Novembre 2009. Il Co.Ge.A.P.S. acquisisce direttamente dagli enti provider l’anagrafica ECM che può essere consultata on line da tutti i professionisti. Invitiamo i colleghi a controllare la propria anagrafica in modo da poter segnalare errori e comunicare eventuali esoneri ed esenzioni ai contatti seguenti: tel. 06/36000893, email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
Il Co.ge.aps si occuperà anche del riconoscimento dei crediti ECM derivanti da attività di tutoraggio dal 1 Gennaio 2014. Per ottenere i crediti bisognerà inviare direttamente al Co.ge.aps la documentazione. Per il riconoscimento dei crediti ECM derivanti da attività di tutoraggio svoltasi fino al 31 dicembre 2013, è ancora necessario rivolgersi all’Ordine nelle consuete modalità. L’Ordine provvederà a inoltrare al Co.Ge.A.P.S., per completezza del data-base del Consorzio, i dati relativi all’accumulo crediti per tutoraggio maturati dagli iscritti fino al 31 dicembre del 2103.


Si coglie l’occasione per ricordare agli iscritti che, ad oggi, gli psicologi liberi professionisti che non operano nell'ambito del SSN o in strutture convenzionate non hanno l'obbligo di maturare crediti ECM, fermo restando l'obbligo di aggiornamento professionale in ottemperanza al Codice deontologico. L'obbligo della formazione ECM riguarda invece coloro che hanno rapporti con la sanità pubblica, sia nella situazione di pubblici dipendenti o convenzionati direttamente col settore pubblico, sia nella qualità di dipendenti o di liberi professionisti prestatori d'opera intellettuale di soggetti a loro volta convenzionati col Servizio Sanitario Nazionale. Non sono tenuti ad ottemperare all'obbligo ECM neppure i colleghi che operano alle dipendenze o come prestatori d'opera di altri enti pubblici non connessi al settore sanitario, come le regione o gli enti locali.


Documenti correlati: